Statuto

Art. 1
Istituzione del Museo

Il Museo con sede a Roma, via Columbia s.n.c. – Villa Gentile, con le caratteristiche di “Museo del Territorio” è un organismo permanente senza fini di lucro, istituito dall’Università di Roma “Tor Vergata” ai fini di migliorare la conoscenza, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale del territorio e funziona secondo le norme del presente regolamento.

Art. 2
Sede

La sede è costituita del casale detto Villa Gentile, interno al comprensorio dell’Università di Roma Tor Vergata. L’Università, in quanto ente proprietario della struttura museale, provvede ala manutenzione ordinaria e straordinaria del museo e ne assicura un’adeguata custodia dei locali e dei beni, provvede agli adempimenti in materia di sicurezza.

Art. 3
Beni esposti

Il museo è articolato in un’unica sezione 1) introduzione alla città contemporanea, 2) le Necropoli, 3) le Villa, 4) metodologie archeologiche.
Gli oggetti esposti nel museo, rinvenuti nella zona, di cui è autorizzata la custodia ed esposizione dalla Sovrintendenza Archeologia di Roma, sono inalienabili. 

Art. 4
Finalità, funzioni e missione del Museo

La missione del Museo è quella di costituire un polo di conoscenza e riqualificazione della realtà territoriale, e si pone come elemento di coesione sociale e di educazione.
Il museo vuole rappresentare in punto di riferimento per attività di ricerca scientifica, anche instaurando forme di collaborazione con altri istituti e centro preposti. Il museo cura l’aggiornamento delle esposizioni e degli allestimenti e realizza attività dirette alla crescita culturale e civile delle comunità dei cittadini; si impegna nella divulgazione e valorizzazione del patrimonio della città e del territorio attraverso l’organizzazione di mostre, conferenze ed eventi e ogni iniziativa propria della sua funzione di servizio culturale pubblico. Il museo è promotore di attività e progetti didattici rivolti agli istituti scolastici, supporta la formazione di giovani nelle discipline afferenti al proprio ambito scientifico e l’aggiornamento del personale impiegato nella struttura. Il museo, infine, contribuisce alla formazione turistica del territorio assicurando una corretta fruizione del relativo patrimonio.

Art. 5
Inserimento nell’Organizzazione Museale Regionale (OMR) e adesione a Sistemi museali territoriali e tematici

Il museo si impegna a rispettare i requisiti minimi previsti dalla Regione Lazio per far parte dell’Organizzazione Museale Regionale.
Nella convinzione dell’opportunità di condividere risorse e di collaborare con altri musei, il museo fa richiesta di adesione al Sistema museale territoriale della Regione Lazio.

Art. 6
Personale

Il direttore scientifico è il custode e l’interprete dell’identità e della missione del museo, nel rispetto della normativa vigente, nazionale e regionale. Il direttore deve possedere adeguato titolo di studio (laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica nuovo ordinamento, in settori disciplinari alla tipologia prevalente del museo) e comprovata esperienza nel settore della ricerca archeologica, anche nei suoi rapporti con la città contemporanea.
Egli è responsabile della gestione del museo nel suo complesso, nonchè dell’attuazione e e dello sviluppo le suo progetto culturale e scientifico; è inoltre garante dell’attività del museo nei confronti dell’Amministrazione, dei cittadini e della comunità scientifica. Il Direttore potrà farsi affiancare da un gruppo di lavoro, da lui scelto fra persone di comprovata esperienza, con adeguato titolo di studio, che dovranno impegnarsi a prestare, anche volontariamente, la propria attività.
Il Direttore è nominato dal Rettore dell’Università e sarà soggetto al gradimento del MIBAC. Per garantire l’avvio del funzionamento del Museo il promo mandato del Direttore avrà la durata di sei anni; alla scadenza, potrà essere rinnovato di tre anni in tre anni.

Art. 7
Funzionamento e assetto finanziario

Il Direttore predispone con piena autonomia, sulla base degli indirizzi delineati dall’Università e dell’individuazione delle risorse necessarie, il programma annuale di funzionamento articolato in progetti di cura e incremento delle esposizione, ricerca scientifica, educazione al patrimonio, rapporto con il territorio e, più in generale, di promozione del museo.

Art. 8
Apertura al pubblico e servizi

Il museo garantisce la fruibilità dei beni esposti e del suo progetto culturale attraverso regolari aperture al pubblico. Il museo offre un servizio di sistematiche attività educative e di iniziative culturali conformi alla propria missione.
Gli orari di apertura vengono stabiliti dall’Università, in maniera da privilegiare i giorni e le stagioni di presumibile maggiore affluenza del pubblico. Il muso pubblicizza adeguatamente gli orari di apertura e fornisce preventiva informazione all’utenza per ogni variazione apportata. La sede el museo deve possedere adeguata segnaletica esterna.

Vuoi avviare una collaborazione con noi?

Se sei interessato a collaborare con il Museo di Archeologia per Roma, scrivici. Risponderemo al più presto.

X